Dal QN: ” Metto in borsa tre start up e faccio tendenza”

il

La Toscana e il suo capoluogo regionale hanno ormai dimostrato una vocazione per la moda 3.0. Dopo aver tenuto a battesimo grandi marchi del lusso, la città del Rinascimento diventa anche la culla di start up con alto contenuto innovativo nel settore del fashion. L’ultimo connubio tra la tradizione del Made in Italy e le nuove frontiere dell’e-commerce è il brand Damai, che ha lanciato sul mercato tre borse speciali attraverso la piattaforma web del sito www.damaitaliana.it. L’idea è nata da Mauro Fabbri, manager di lungo corso di multinazionali e aziende di moda. «Dopo aver lavorato tanto nella moda – spiegato Fabbri – ho deciso di creare un brand di start up orientato in tre direzioni: l’innovazione legata a forme, idee e materiali tecnologici,
quindi la bellezza del Made in Florence, e per ultimo il futuro dell’e-commerce».

Damai significa Dama Italiana: un gioco lineare dove con poche mosse si possono ottenere molte varianti. Questa stessa filosofia sta facendo tendenza nel settore fashion, dove i clienti vogliono personalizzare velocemente i capi attraverso la virtualizzazione. Per realizzare questo progetto, al 100 per cento Made in Italy, Mauro Fabbri ha deciso di valorizzare giovani talenti.
Come bacino per trovare idee innovative è stata scelta l’Accademia Italiana della moda. Sono stati selezionati i modelli di tre giovanissime designer: Kristina Danilova, Chiara Manetti, Eliana Eletto. Sono nate così le borse `Diamante‘, in tessuto damascato realizzato con filati biologici, `Essenza‘, in soffiano, smontabile e personalizzabile con colori e forme diverse, grazie alle cerniere che permettono di creare versioni differenti. L’ultimo modello è una novità tanto semplice quanto geniale: ‘Eva‘, la borsa-scarpa, una 48 ore `doctor’ a cui è applicata una base a forma di carrarmato, come le scarpe, che consente di appoggiare l’accessorio ovunque senza sporcarlo.
«Ormai l’e-commerce sta sostituendo – conclude il manager di Damai – il negozio tradizionale. Con la nostra formula è possibile provare la merce a casa e poi scegliere se acquistarla o meno. Damai è un progetto audace. Adesso chiediamo un po’ di audacia verso scelte innovative ai nostri clienti».
di Laura Tabegna

articolo QN

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...